IL BORGOMASTRO E IL CANCELLARIO
Storie di burocrazia ostruttiva
di Jodoco dal Pian del Torchio
 Qui la prefazione
     
Subito Disponibile

Copia Omaggio

Costo per la spedizione
€ 4,99

 

 

      

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Descrizione

Un vecchio emigrante, tornato dopo cinquant’anni passati in Australia nel paese di nascita, trovava inspiegabile l’atteggiamento guardingo di borgomastro e popolazione. L’Australiano, così soprannominato, riuscì a raccogliere informazioni tali da poter dedurre che la causa della mestizia che si leggeva nel volto del borgomastro si identificava con una figura mitica comunemente conosciuta come “Il Cancellario”. Figura mitica, si diceva, che negli ultimi anni aveva sostituito nell’immaginario collettivo della popolazione di Valleripida, un piccolo Comune di montagna, i flagelli che un tempo avevano turbato la fantasia dei nonni e reso agitati i sonni dei padri. L’orco, la caccia selvaggia, le streghe non erano ormai che sbiaditi ricordi, ma il Cancellario era una figura incombente che, al solo nominarlo, incuteva timore ed in alcuni casi poteva portare persone particolarmente sensibili ad autentici attacchi di panico. “Il Cancellario”, si disse l’Australiano, o come alcuni lo chiamano, il Signor Cancellario, e chi sarà mai costui?

 

torna all'inizio del contenuto